Avvisatore Marittimo del Porto di Brindisi

first
  
last
 
 
start
stop
  • Registrati
    *
    *
    *
    *
    *
    Fields marked with an asterisk (*) are required.
Headlines:
Notice
  • Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.   

Capitaneria di Porto

E-mail Stampa PDF

Regione: Puglia               Dipendenza: Direziomare Bari

Capitaneria di Porto di BrindisiComandante: C.V. (CP) Giovanni CANU

Comandante in II: C.F. (CP) Francesco STAGIRA

Indirizzo:Via Regina Margherita n. 1 - 72100 Brindisi 

 

Telefono: 0039 0831521022 / 521023       

Fax: 0039 0831568113

 

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sito web: Capitaneria di Porto di Brindisi

Orari di apertura: Dal Lun al Ven dalle 08.30 alle 11.30 - Mar e Gio anche dalle 15.00 alle 16.30 

Per consultare le ordinanze della Capitaneria di porto Clicca Qui

 

Compiti:

La  Capitaneria di porto o Guardia costiera è uno dei corpi tecnici della Marina Militare.
Alla capitanerie è affidata la gestione amministrativa, la sicurezza della navigazione, la salvaguardia della vita umana in mare e tutte le attività marittime connesse alla fruizione del mare nella più ampia accezione del termine. Regola l'utilizzo dei porti e delle spiagge, tutela i commerci e vigila su tutte le attività che si svolgono in mare e sulle pertinenze del mare.

Le principali linee di attività:

    • ricerca e soccorso in mare (SAR), con tutta l’organizzazione di coordinamento, controllo, scoperta e comunicazioni attiva nelle 24 ore che tale attività comporta;
    • sicurezza della navigazione, con controlli ispettivi sistematici su tutto il naviglio nazionale mercantile, da pesca e da diporto e, attraverso l’attività di Port State Control, anche sul naviglio mercantile estero che scala nei porti nazionali;
    • protezione dell’ambiente marino, in rapporto di dipendenza funzionale dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare , utilizzando sinergicamente a tal fine anche risorse (centrali operative, mezzi aereonavali, sistemi di controllo del traffico navale) già attivati per compiti di soccorso, sicurezza della navigazione e di polizia marittima;
    • controllo sulla pesca marittima, in rapporto di dipendenza funzionale con il Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali: a tal fine il comando generale è l’autorità responsabile del Centro Nazionale di Controllo Pesca e le Capitanerie effettuano i controlli previsti dalla normativa nazionale e comunitaria sull’intera filiera di pesca;
    • amministrazione periferica delle funzioni statali in materia di formazione del personale marittimo, di iscrizione del naviglio mercantile e da pesca, di diporto nautico, di contenzioso per i reati marittimi depenalizzati;
    • polizia marittima (cioè polizia tecnico-amministrativa marittima), comprendente la disciplina della navigazione marittima e la regolamentazione di eventi che si svolgono negli spazi marittimi soggetti alla sovranità nazionale, il controllo del traffico marittimo, la manovra delle navi e la sicurezza nei porti, le inchieste sui sinistri marittimi, il controllo del demanio marittimo, i collaudi e le ispezioni periodiche di depositi costieri e di altri impianti pericolosi.

  Come raggiungere la Capitaneria di Porto di Brindisi