Avvisatore Marittimo del Porto di Brindisi

first
  
last
 
 
start
stop
  • Registrati
    *
    *
    *
    *
    *
    Fields marked with an asterisk (*) are required.
Headlines:
Notice
  • Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.   

Brindisi- Porto Medio

E-mail Stampa PDF
porto medio

Il porto Medio è dedicato alle attività commerciali ed ha una superficie di 1,2 milioni di metri quadrati, oltre 3 chilometri di banchine e fondali di 14 metri. L’area di Costa Morena est, di recente ultimazione, è dedicata ai traffici di piccole carboniere, rinfuse e general cargo.
Costa Morena ovest, invece, è suddivisa tra molo energetico e terminal passeggeri.

Nella zona di Punta delle Terrare ormeggiano i traghetti che collegano giornalmente Brindisi alla Grecia (fino a cinque contemporaneamente), con un ampia e moderna stazione marittima. La zona più esterna, con una banchina di circa 500 metri, è dedicata alle navi carboniere, mentre la banchina di Riva è utilizzata da piccole portacontainer. La banchina Nuovo Sporgente è suddivisa tra un terminal gasiero (Gpl) e una zona commerciale per rinfuse e general cargo.

COORDINATE

40°39',08 N 17°58',10 E
Accesso tra la diga di Forte a Mare e la diga di Costa Morena

DESCRIZIONE
Il porto medio è delimitato ad est dalla diga di Costa Morena e da quella di Forte a Mare, a nord dal Seno Bocca di Puglia e ad ovest dal Canale Pigonati. Non esistono banchine destinate al naviglio da diporto.

Pericoli:
a circa 650 m a sud-ovest dalla testata della diga di Forte a Mare, porre attenzione ad una secca di 5 m segnalata da una meda luminosa elastica cardinale nord.

Orario di accesso:
continuo 

Fari e fanali:
3644 (E 2204) - (nautofono) fanale a lampi verdi periodo 3 sec., portata 5 M, sulla testata della diga di Forte a Mare; 3650 (E 2206) - fanale a lampi rossi, periodo 3 sec., portata 7 M, sulla testata della diga di Costa Morena.

Fondo marino:
fangoso
Radio:
Vhf canale 16 - 11 (h. 08/20).

Divieti:
di ancoraggio a qualsiasi natante a meno di 200 m da terra nel tratto compreso tra la zona di "Caprarella" e l'imboccatura del Canale Pigonati; divieto di ancoraggio nella zona comprendente la riva sud del porto e la congiungente che va dalla testata della diga di Costa Morena al lato sud dell'imboccatura del Canale Pigonati.

Venti:
dominanti scirocco e grecale. Da maestro nella buona stagione. I venti meridionali sono in genere meno frequenti di quelli settentrionali, ma più violenti. La bora giunge di solito attenuata; quando è violenta, è molto forte i primi 2 giorni, quindi va diminuendo di intensità. Supera di rado i 4 giorni.

Traversia:
i venti da greco e greco-levante provocano risacca sensibile solo alle banchine Centrale e Dogana

Ridosso:

da tutti i venti, salvo il greco e greco-levante di cui s'è detto sopra.

 
first
  
last
 
 
start
stop
first
  
last
 
 
start
stop
first
  
last
 
 
start
stop
first
  
last
 
 
start
stop
first
  
last
 
 
start
stop
first
  
last
 
 
start
stop
first
  
last
 
 
start
stop
first
  
last
 
 
start
stop
first
  
last
 
 
start
stop